Autodata pubblica la relazione sui Veicoli Maggiormente Sottoposti a Manutenzione nel 2020

01 / 01 / 2021

Marketing

Solera Autodata, il fornitore leader al mondo di informazioni tecniche per i professionisti del settore automotive, ha pubblicato per il sesto anno la relazione sui veicoli maggiormente sottoposti a manutenzione, nella quale analizza le tendenze del settore del postvendita e individua i 10 veicoli maggiormente sottoposti a manutenzione in svariate categorie.

Quest’anno lo studio comprende anche la Turchia, portando quindi i paesi oggetto di indagine a 21 per quanto riguarda le automobili e i furgoni e a 22 per le motociclette.

Considerando la classifica internazionale, l’auto maggiormente sottoposta a manutenzione è per il secondo anno di fila la Opel Corsa-D, seguita dalla Ford Fiesta, mentre al terzo posto troviamo la Ford Focus. Nelle classifiche nazionali, Volkswagen continua a mantenere una presenza significativa nel postvendita, in quanto produttore maggiormente sottoposto a manutenzione in 13 dei 21 paesi esaminati.

Il Volkswagen Transporter T5 2004-2015 resta il veicolo commerciale leggero maggiormente sottoposto a manutenzione su scala internazionale per il quarto anno consecutivo, ma si aggiudica anche il primo posto tra i veicoli commerciali leggeri in più della metà dei paesi analizzati. Il Ford Transit 2006 è per il secondo anno al secondo posto, seguito dal Ford Transit Custom 2012, che si aggiudica il terzo posto occupato nel 2019 dal Mercedes-Benz Sprinter. Il Ford Transit 2014 ha inoltre fatto per la prima volta la sua comparsa nell’elenco inserendosi in ottava posizione.

Anche quest’anno i produttori locali dominano il mercato del proprio paese: le auto francesi si aggiudicano i primi 10 posti in Francia, mentre in Germania l’80% della classifica si riferisce alle auto tedesche. Anche in Italia e in Svezia la classifica delle prime 10 auto è occupata per il 50% e l’80% rispettivamente da produttori italiani e svedesi, e in entrambi i paesi le case automobilistiche nazionali si aggiudicano tutti e tre i gradini del podio.

Quest’anno si è assistito al record di 129 milioni di pagine di informazioni consultate dai meccanici nell’applicazione per le officine Autodata: i tre argomenti principali sono stati le informazioni sul Comando distribuzione, le specifiche tecniche e le manutenzioni programmate.

A causa della pandemia da COVID-19, le manutenzioni programmate, i riepiloghi di manutenzione e le specifiche tecniche hanno registrato nel corso dell’anno una tendenza di accesso pressoché identica. Da febbraio ad aprile si è osservato un calo drastico di richieste di dati di assistenza, a cui sono seguiti un rimbalzo nel terzo trimestre e i livelli massimi storici del momento attuale. Per contro, nel 2019, quei moduli avevano registrato un utilizzo perlopiù stabile.

È probabile che questa tendenza rifletta i periodi di lockdown e le conseguenti prenotazioni di interventi di manutenzione su veicoli utilizzati meno del solito o per nulla. Questo andamento è più accentuato nei paesi che hanno imposto lockdown rigidi durante la prima ondata di contagi, ma si osserva anche dove le misure sono state più blande, come in Svezia, e probabilmente manifesta la prudenza dei clienti e la volontà di posticipare gli interventi.

Prime 10 auto:

  1. Opel Corsa-D (S07)
  2. Ford Fiesta (2013)
  3. Ford Focus (2004/2008)
  4. Fiat 500/500C (2007-)
  5. Opel Astra-J (P10)
  6. Ford Fiesta (2008)
  7. BMW 3 Series (E90/91/92/93) (2005-2014)
  8. Nissan Qashqai/Qashqai+2 (J10)
  9. Nissan Qashqai (J11) (2014-)
  10. Volkswagen Golf VII (5G1) (2012-2017)

Primi 10 veicoli commerciali leggeri:

  1. Volkswagen Transporter T5 (7H/7J/7E/7F) (2004-1015)
  2. Ford Transit (2006)
  3. Ford Transit Custom (2012)
  4. Mercedes-Benz Sprinter (906) (2006-1018)
  5. Citroën Berlingo III
  6. Peugeot Partner III
  7. Opel Vivaro-A (X83)
  8. Ford Transit (2014)
  9. Renault Trafic II (E/F/J83) (2001-2014)
  10. Fiat Ducato (2006-2014)

Chris Wright, direttore generale di Autodata, commenta così: “Siamo lieti di poter fornire informazioni dettagliate sul mercato postvendita relative a molti paesi. 85.000 officine in tutto il mondo si affidano ad Autodata per accedere a dati tecnici dettagliati, e ciò indica che i modelli d’uso di Autodata sono tra gli indicatori più validi delle tendenze future del postvendita. Ci siamo impegnati al massimo per far sì che Autodata continui a essere lo strumento migliore per l’assistenza, la manutenzione, la diagnostica e la riparazione. Dall’inizio del lockdown abbiamo inserito 427 nuove varianti di veicoli e 10.245 aggiornamenti di informazioni tecniche su automobili, veicoli commerciali leggeri e motociclette.”

Per accedere alla versione intera della relazione:

Informazioni sui dati presentati in questa relazione
Le aree geografiche analizzate in questa relazione sono i 21 paesi (22 per le motociclette) con il numero maggiore di abbonati ad Autodata. Per individuare i veicoli maggiormente sottoposti a manutenzione, abbiamo analizzato l’uso delle informazioni tecniche contenute nelle applicazioni Autodata nel periodo compreso tra la fine di ottobre 2019 e la fine di ottobre 2020. Se desiderate diffondere o utilizzare i dati presenti in questa relazione, vi preghiamo di citare “Autodata, 2020” e di assicurarvi che il contenuto venga utilizzato rispettando il contesto originale di questa relazione.

I 22 paesi esaminati nella relazione dei veicoli maggiormente sottoposti a manutenzione nel 2020 sono: Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria e, solo per le motociclette, gli Stati Uniti.

Se desiderate utilizzare online i dati presenti in questa relazione, vi preghiamo di citare Autodata e inserire un collegamento a www.autodata-group.com/it/.

Per maggiori informazioni su questa relazione, potete contattare gli autori all’indirizzo e-mail marketing@autodata-group.com.