Successo di Autodata ad Autopromotec 2019 a Bologna

Domenica 26 maggio 2019 si è chiusa la 28° edizione di Autopromotec, la fiera internazionale biennale dedicata al postvendita e alle attrezzature automobilistiche, rivelandosi un altro successo per Autodata.

L’evento ha attirato oltre 119.000 operatori del settore provenienti da 32 paesi, entusiasti di incontrare le 1676 aziende espositrici e di scoprirne gli ultimi prodotti e servizi.

Durante la fiera, Autodata ha colto l’opportunità di esporre nuove funzioni, aggiornamenti e contenuti originali importanti sviluppati dopo l’ultima edizione della manifestazione, svoltasi nel 2017.

La frequenza delle modifiche e il numero degli aggiornamenti apportati non hanno precedenti e tutto ciò conferma la volontà di Autodata di trattare il 99% delle auto oggi in circolazione: negli ultimi due anni infatti sono stati aggiunti oltre 2800 modelli e integrati più di 85.000 aggiornamenti totali ai veicoli nuovi e a quelli già esistenti.

Le nuove funzioni che hanno attirato un forte interesse per lo stand includono gli sviluppi apportati alla diagnostica guidata. Le soluzioni ai guasti più frequenti indicate dai produttori sono state integrate nel modulo Codici di guasto di Autodata, quindi oltre alle informazioni di errore sui codici di guasto standard, quando si cercano determinati codici di guasto specifici vengono visualizzati anche altri extra più frequenti. Nel caso siano necessari ulteriori dettagli per problemi particolari, il sistema mostra passaggi logici per analizzare la localizzazione dei componenti, i valori diagnosi e gli schemi elettrici. Tutto ciò si traduce in un criterio più efficace e più accurato di esecuzione della diagnostica.

Anche il nuovo modulo per la manutenzione programmata delle motociclette di Autodata ha riscosso grande interesse in fiera: oltre a fornire informazioni tecniche, stime di tempi e codici di guasto, questo importante prodotto ora include informazioni per l’assistenza raccomandate dai produttori originali – un aspetto che, considerata la crescente complessità delle moto, diventa sempre più significativo.

Autodata è stata particolarmente lieta di collaborare con Eva Castellari e Simone Neri, due studenti del Centro di formazione professionale Cnos-Fap di Bologna, che hanno affiancato il team di Autodata per assistere i clienti e fornire informazioni sulle ultime funzionalità del prodotto. Questa occasione ha permesso a entrambi non solo di conoscere meglio Autodata, ma anche di entrare in contatto con esperti del settore.

Per saperne di più su Autodata e sui suoi prodotti consultare il sito www.autodata-group.com.